Turismo enogastronomico in Lombardia: 3 percorsi da non perdere
Turismo enogastronomico in Lombardia: i luoghi da scoprire

Turismo enogastronomico in Lombardia: 3 percorsi da non perdere

Turismo enogastronomico in Lombardia: ecco quali sono gli itinerari imperdibili

Il turismo enogastronomico diventa giorno dopo giorno sempre più importante: la tradizione culinaria, infatti, si dimostra in grado di celare storia, usanze e cultura di ogni luogo rendendolo unico e maggiormente interessante.

Sono sempre più numerosi i viaggiatori che si muovono in cerca di nuovi sapori e di nuove tradizioni culinarie. Infatti, cucina e tradizione gastronomica sono ormai trai motivi principali delle gite domenicali e delle uscite in famiglia o tra amici.

Il turismo enogastronomico in Italia è molto diffuso: il nostro è un Paese particolarmente ricco dal punto di vista culinario. Ogni regione è caratterizzata dalle proprie specialità dietro le quali si celano storia, cultura e tradizione del luogo stesso. Così un pranzo o una cena tipica diventano un’occasione da non perdere per visitare luoghi nascosti e per scoprirne la storia e i segreti.

Scopriamo insieme quali sono i 3 percorsi enogastronomici da non perdere in Lombardia e perché i nuovi sapori sono sinonimo di conoscenza di luoghi e tradizioni di paesi, città e piccoli borghi.

Turismo enogastronomico in Lombardia: gli itinerari da percorrere almeno una volta

La Lombardia è una delle Regioni più note per la propria tradizione culinaria. Infatti, ci si può imbattere facilmente in numerose cucine, tutte tipiche e diverse tra loro.

Scopriamo insieme quali sono i 3 percorsi enogastronomici da non perdere per un week-end di relax e sapori in Lombardia:

  1. Strada del Vino – Franciacorta

La Franciacorta è una zona collinare compresa tra la città di Brescia e la parte meridionale del Lago d’Iseo. Fanno parte della Franciacorta numerosi comuni e questa zona è nota in particolar modo per la propria tradizione enogastronomica.

Infatti, è chiamato proprio Strada del Vino l’itinerario tra borghi, colline, antiche abbazie e vigne percorribile in Franciacorta. Il percorso si può affrontare in bicicletta o camminando. Una tappa obbligata per chi desidera trascorrere una giornata in queste zone è la visita alle cantine, ovvero i luoghi in cui viene prodotto il rinomato Spumante DOP Franciacorta.

Ma le bottiglie di spumante e gli infiniti filari di viti non sono l’unico motivo per cui considerare la Franciacorta una meta imperdibile per chi ama i sapori: infatti, la Franciacorta vanta anche piatti tipici particolarmente noti. Tra questi troviamo i Casonséi, tipica pasta con ripieno di carne, erbe aromatiche e grana padano.

  1. Strada del Tartufo – Mantova

Un altro itinerario enogastronomico da non perdere in Lombardia è la Strada del Tartufo, un percorso alla scoperta dell’Oltrepò Mantovano, in prossimità del confine con l’Emilia-Romagna. Qui è possibile trovare la quiete e la tranquillità della campagna, concentrandosi sulla tradizione della zona e allontanandosi dalla frenetica vita di città.

La città di Mantova è il punto di partenza di questo itinerario enogastronomico, con un focus sul Museo del Tartufo di Borgofranco.

Nell’area di campagna dell’Oltrepò Mantovano è possibile gustare il Tartufo Bianco Pregiato, insieme a salumi tipici e alla nota Mostarda Mantovana. Il tartufo mantovano può essere abbinato in modo elegante a numerose specialità della zona: dai tortelli alle tagliatelle, dagli agnoli ai risotti.

  1. Strada dei Vini – Valtellina

La Strada dei Vini è un itinerario che attraversa la Valtellina e la Valchiavenna e che interessa tutte le aree più note per la produzione di vino rosso. Anche in Valtellina è possibile ammirare panorami mozzafiato e attraversare immense distese di campagna in bici o camminando. Inoltre, come in Franciacorta, non mancano edifici storici e monasteri in grado di mostrare la storia e la tradizione del luogo.

La Valtellina non è nota solamente per la produzione di vino rosso, bensì in particolare per la cucina tipica: il piatto principale valtellinese sono i pizzoccheri, con la città di Teglio conosciuta a livello nazionale coma patria del pizzocchero. Non mancano poi affettati tipici e antipasti vari, come i famosi sciatt, gustose frittelle ripiene di formaggio, e secondi tradizionali come la polenta taragna.

Questa zona è interessante non solo per il turismo enogastronomico, ma anche per chi cerca avventura e divertimento. Infatti, a Tartano si trova il Ponte nel Cielo, che è il ponte tibetano più lungo d’Europa: il Ponte attraversa la valle e offre panorami mozzafiato e viste senza paragoni su tutta la vallata circostante.

Come girare la Lombardia in modo economico e sostenibile: il car sharing elettrico E-Vai

Come girare la Lombardia e concedersi una gita domenicale insieme a famiglia o amici? Per chi non desidera utilizzare l’auto privata c’è il car sharing di E-Vai, primo car sharing elettrico attivo in tutta la Lombardia senza alcun limite urbano.

E-Vai è presente in tutto il territorio regionale con oltre 140 E-Vai Point (punti di prelievo e rilascio dell’auto) in prossimità di province, città, aree extra-urbane, aeroporti regionali e snodi ferroviari principali.

Le flotte di E-Vai si compongono esclusivamente di auto elettriche e ibride con emissioni nocive ridotte al minimo: per questo le auto di E-Vai hanno libero accesso a Zone a Traffico Limitato, centri storici e parcheggi con strisce blu e gialle.

Vuoi provare l’auto elettrica di E-Vai e muoverti in Lombardia senza limiti urbani? Non perdere Super Promo di Primavera 2021: registrati al servizio, l’iscrizione è gratuita!