Sharing economy: come funziona e perché è importante
Sharing economy: che cos'è l'economia collaborativa e perché è importante

Sharing economy: che cos’è l’economia collaborativa e perché è importante

Sharing economy: condivisione e collaborazione alla base del miglioramento sociale

La sharing economy, conosciuta anche come economia collaborativa o economia della condivisione, è un modello economico che ridisegna completamente le coordinate sociali e di consumo.

Che cos’è la sharing economy? Il prestigioso Oxford Dictionary ha introdotto questo termine solo nell’anno 2015, definendo la sharing economy come “Un sistema economico in cui beni o servizi sono condivisi tra individui, gratis o a pagamento, attraverso Internet. Grazie alla sharing economy, si può agevolmente noleggiare la propria auto, il proprio appartamento, la propria bicicletta o persino la propria rete Wi-Fi quando non li si utilizzano”.

Analizzando questa definizione, si evince che l’economia collaborativa si basa su un principio fondamentale: non è la proprietà a contraddistinguere un bene o un servizio, bensì il suo effettivo utilizzo. Per questo, la sharing economy è un modello economico e sociale che si discosta dai concetti di acquisto e proprietà, mentre si avvicina al mondo della condivisione e del riutilizzo di beni e servizi.

L’obiettivo è raggiungere un miglioramento a livello economico, ambientale e sociale. Infatti, la condivisione di beni e servizi consente non solo di ridurre al minimo lo spreco di risorse e il relativo impatto ambientale, bensì anche di ottenere un notevole ritorno economico. Inoltre, la sharing economy permette di raggiungere un benessere individuale e collettivo maggiore.

Quali sono i settori coinvolti nella transizione verso l’economia collaborativa? In realtà quasi tutti i settori del mercato moderno vengono a contatto con modelli di economia collaborativa: basti pensare alla mobilità, con i servizi di car sharing, car pooling, bike sharing e condivisione di micro veicoli innovativi come i monopattini elettrici, o ancora al business, con gli ambienti di lavoro condivisi in coworking e le campagne di crowdfunding, finalizzate a raccogliere fondi di potenziali investitori per avviare un’attività o realizzare un progetto.

 

Quali sono i tratti distintivi dell’economia collaborativa?

La sharing economy si basa su alcuni principi fondamentali, che costituiscono anche importanti obiettivi da raggiungere:

  • Riduzione di produzione e spreco di risorse e riutilizzo di beni con conseguente riduzione dell’impatto ambientale;
  • Accessibilità a tutti i servizi a livello collettivo;
  • Riduzione dei beni di proprietà e aumento dei servizi in condivisione;
  • Diffusione di piattaforme tecnologiche, accessibili a tutti, che consentano di soddisfare i bisogni individuali e sociali nel minor tempo possibile;
  • Riduzione del costo dei beni e dei servizi (non più di proprietà) con conseguente ritorno economico a livello individuale e sociale.

 

Sharing economy e mobilità: la situazione attuale

Il settore dei trasporti e della mobilità si conferma uno dei pionieri nel processo di transizione verso la sharing economy. Infatti, cresce costantemente l’utilizzo di servizi di sharing mobility in aree urbane ed extra-urbane, quali car sharing, car pooling, bike sharing e condivisione di veicoli innovativi come i monopattini elettrici. La condivisione del mezzo di trasporto consente di limitare l’utilizzo massivo dei veicoli di proprietà, riducendo il numero di veicoli in circolazione, il traffico urbano e l’inquinamento atmosferico.

Un ulteriore passo in direzione sharing economy e sostenibilità è stato fatto da E-Vai, primo car sharing elettrico della Lombardia. Infatti, E-Vai unisce mobilità condivisa e mobilità elettrica al fine di rendere più efficienti e moderni gli spostamenti regionali. La flotta di E-Vai si compone esclusivamente di auto elettriche e ibride con emissioni di CO2 ridotte al minimo.

Inoltre, a differenza degli altri car sharing, E-Vai è perfettamente integrato con il servizio ferroviario lombardo: è presente in tutte le principali stazioni della Lombardia e in presso i tre aeroporti regionali.

E-Vai è sostenibile, innovativo ed economico. Infatti, E-Vai ha pensato ad una promozione speciale: tutti i nuovi clienti riceveranno la prima ora del primo noleggio gratuita e il 20% di sconto su tutti i noleggi fino al 31 Dicembre 2020.

Come usufruire della promozione? Registrandosi al servizio sul sito ufficiale o scaricando l’App di E-Vai, compilando i campi con i dati richiesti e inserendo il codice EVAI2020 nel campo “Codice Promozionale”. Lo sconto sarà applicato sulla tariffa base oraria e sarà valido esclusivamente per i nuovi iscritti fino al 31 Dicembre 2020.

Vuoi provare l’auto elettrica di E-Vai? Non perdere la promo 2020: registrati al servizio, l’iscrizione è gratuita!