Franciacorta: gita fuori porta tra natura e enogastronomia
Franciacorta: gita fuori porta tra natura e enogastronomia

Franciacorta: gita fuori porta tra natura e enogastronomia

Franciacorta: un territorio da scoprire caratterizzato da storia, cultura, tradizione, relax e produzione di vino

Situata a pochi passi da Brescia e dal Lago d’Iseo, la Franciacorta è un territorio che si estende per oltre 200 km includendo numerosi comuni bresciani.

Da Iseo a Corte Franca, da Rovato a Castegnato: la Franciacorta si estende su un territorio prevalentemente collinare ed è particolarmente famosa per la produzione del vino omonimo, il Franciacorta DOCG.

In genere, quando si parla di Franciacorta, l’attenzione si focalizza prevalentemente sul turismo enogastronomico. In realtà, oltre alla produzione di vino caratteristica, il territorio franciacortino offre a chi lo visita numerose attrazioni ed esperienze tra siti storici e culturali medievali, lunghe passeggiate tra i filari e relax nella natura.

 

Cosa vedere in Franciacorta

Il territorio della Franciacorta è la meta ideale per una gita fuori porta all’insegna di natura, relax e piacere enogastronomico. Ecco quali sono le 5 attività da non perdere quando si decide di visitare la Franciacorta:

  • Visita alle cantine vinicole con degustazione

Tra le attività da svolgere durante una gita fuori porta in Franciacorta c’è la visita in cantina con degustazione di vini. Il territorio è noto a livello internazionale per la produzione di vino: ospita più di cento cantine che offrono ai turisti la possibilità di visitare i luoghi di origine delle bollicine e scoprirne le dinamiche produttive.

Ogni cantina ha una storia da raccontare che consente a chi la ascolta di avvicinarsi al mondo della produzione del vino e di comprenderne sviluppi e peculiarità. Numerose cantine del territorio franciacortino sono a gestione familiare: in questo caso sarà la famiglia a raccontare i segreti dell’attività e a far degustare ai visitatori i propri prodotti.

  • Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino

Uno dei luoghi più caratteristici del territorio franciacortino è la Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino, un’oasi verde che si estende a Nord della Franciacorta, a pochi chilometri dal Lago d’Iseo.

La Riserva è un polmone verde formato da canneti e specchi d’acqua: è il luogo ideale in cui concedersi una lunga camminata e scattare foto naturalistiche. Le Torbiere sono ricche di piante e animali da ammirare: infatti, per gli amanti del birdwatching è possibile prenotare visite guidate con appositi binocoli in grado di riprendere da vicino l’avifauna.

La Riserva ha una storia particolarmente importante: tra Settecento e Ottocento questo luogo veniva utilizzato per l’estrazione della torba, utilizzata come combustibile al posto del carbone. Oggi si tratta di un luogo particolarmente turistico accessibile a tutti: visitare le Torbiere ha un costo di 1€ per persona.

  • Monastero di San Pietro in Lamosa e Abbazia di San Nicola

Franciacorta non è solo natura e piacere enogastronomico: infatti, questo territorio è caratterizzato da numerosi siti culturali che rappresentano scrigni di storia e di arte da non perdere.

È questo il caso del Monastero di San Pietro in Lamosa, situato non lontano dalla Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino. Questo monastero risale al lontano 1083 ed è oggi catalogato come “patrimonio vincolato” dal Ministero dei Beni Culturali. Il Monastero accoglieva nel periodo medievale numerosi monaci cluniacensi appartenenti all’Ordine Benedettino. Oltre ad ospitare molti affreschi medievali, il Monastero offre una vista panoramica sulla Riserva delle Torbiere: è possibile visitare San Pietro in Lamosa grazie a visite guidate giornaliere organizzate dall’omonima Fondazione.

Un altro sito culturale da visitare in Franciacorta è l’Abbazia Olivetana di San Nicola a Rodengo Saiano. Anche in questo caso l’edificio risale all’anno 1050 e fu dimora dei monaci cluniacensi. La Chiesa è caratterizzata da tre chiostri particolarmente suggestivi, un museo, una biblioteca e numerosi affreschi prestigiosi del Romanino.

  • Percorsi di trekking tra le vigne

La Franciacorta è ricca di percorsi e sentieri immersi nel verde dei vigneti sulle colline. I lunghi percorsi verdi a piedi tra i filari sono particolarmente amati da chi pratica trekking. Camminare sulle colline franciacortine e fermarsi a fare un pic-nic tra le vigne (molte cantine organizzano pic-nic nelle stagioni più calde) è un’idea entusiasmante per chi è alla ricerca di un’attività da svolgere all’aperto con amici e famiglia.

  • Tour dei castelli della Franciacorta

Oltre ad essere un luogo ricco di natura e tradizione, la Franciacorta è nota per i suoi numerosi castelli. Anche in questo caso si tratta di edifici di origine particolarmente antica: luoghi colmi di storia, arte e cultura. I castelli sono visitabili e ospitano periodicamente degustazioni di vini locali.

Dal castello di Bornato a quello di Passirano, dal Castello di Carmagnola e quello di Rovato: quest’ultimo, chiamato Castello Quistini, è particolarmente famoso per i suoi giardini con più di 1.500 varietà di fiori al loro interno.

 

Come arrivare in Franciacorta

La zona della Franciacorta dista pochi chilometri da Brescia ed è facilmente raggiungibile anche per chi non vuole utilizzare la propria auto privata grazie al car sharing elettrico di E-Vai. Infatti, il Comune di Rovato e il Comune di Palazzolo sull’Oglio, situati nel territorio della Franciacorta, fanno parte della rete regionale E-Vai.

E-Vai è il car sharing elettrico regionale che permette di viaggiare in tutta la Lombardia senza alcun limite urbano utilizzando esclusivamente auto elettriche e ibride con impatto ambientale ridotto al minimo.

Il servizio offre la possibilità di iniziare il noleggio in un punto e di terminarlo in uno diverso, scegliendo tra oltre 120 E-Vai Point (punti di prelievo e di rilascio) in tutta la Regione: noleggiando un’auto di E-Vai si potrà viaggiare tra le verdi colline franciacortine, arrivare in modo sostenibile in tutti i capoluoghi lombardi e raggiungere aeroporti, snodi ferroviari e luoghi di interesse della Regione.

Le auto di E-Vai non sono solo sostenibili: offrono un’esperienza di guida moderna e leggera e garantiscono libero accesso alle aree a traffico limitato.

Inoltre, quest’anno E-Vai dedica una promozione a tutti i nuovi clienti: registrandosi gratuitamente al servizio, i nuovi iscritti potranno godere della prima ora del primo noleggio gratuita e del 20% di sconto su tutti i noleggi fino al 31 Dicembre 2020.

Come usufruire della promozione? Registrandosi al servizio sul sito ufficiale o scaricando l’App di E-Vai, compilando i campi con i dati richiesti per la registrazione e inserendo il codice EVAI2020 nel campo “Codice Promozionale”. Lo sconto sarà applicato sulla tariffa base oraria e sarà valido esclusivamente per i nuovi iscritti fino al 31 Dicembre 2020.

Vuoi provare l’auto elettrica di E-Vai? Non perdere la promo 2020: registrati al servizio, l’iscrizione è gratuita!